LE TRE REGOLE BASE per mantenere il più possibile integre, le caratteristiche organolettiche e salutistiche del nostro olio

1) L' OLIO D'OLIVA VA' TENUTO IL MENO POSSIBILE A CONTATTO CON L'ARIA.

Si ossida quanto, se non più del vino, perde le sue capacità antiossidanti, utili per combattere i famosi "RADICALI LIBERI", uno dei motivi principali, per i quali dovremmo utilizzare l'olio extra vergine d'oliva.

Quando si apre una confezione grande, si deve ridurre il contenuto in contenitori più piccoli.

2) L'OLIO D'OLIVA NON DEVE MAI GHIACCIARE.

Ghiaccia a una temperatura di 6°- 7°; l'ideale é che venga mantenuto intorno ai 13° -14°. In particolare in oli non filtrati, si noterà, nel caso dovesse ghiacciare, che tutti gli elementi in sospensione decadono sul fondo del contenitore e l'olio diventerà limpido come l'olio di semi, perdendo gran parte dei suoi aromi e sapori.

3) L'OLIO D'OLIVA VA' TENUTO IL PIU' POSSIBILE LONTANO DALLA LUCE

E' FOTOLABILE = si deteriora in presenza della stessa.

Per questo motivo deve essere imbottigliato in contenitori di vetro scuro o lattine e non sottoposto a fonti di luce.

CON IL CONTRIBUTO DI:

CON IL CONTRIBUTO DI:

SITO IN COSTANTE AGGIORNAMENTO

Stampa Stampa | Mappa del sito
© ASSOCIAZIONE OLIVICOLTORI EUGANEI Via Barbarigo, 2 35030 Galzignano Terme - Padova